4 febbraio

1884
Il primo dei Trerè

Nasce, a Milano, Alessandro Trerè. Il primo di due fratelli che militarono insieme nel Milan nell'età del bronzo, tra i pochi indigeni pedatanti del club. Una famosa foto (qui accanto) lo ritrae in azione, coadiuvato da Kilpin. Le cronache dicono fosse un bomber, anche se i campionati erano brevi, le squadre poche e le partite pure. Totalizzatore rossonero: undici presenze, sette gol, due scudetti. Che media!
Profilo


1960
Derrota minima

Minima, ma derrota. Il tepore della Costa Azzurra assopisce l'XI madridista. Visioni di mare, cieli tersi e bikini di attrici famose negli occhi di Puskas e compagni; dopo il due a zero mollano gli ormeggi e il piccolissimo Nizza, che l'anno precedente aveva ottenuto il suo quarto e ultimo titolo di Francia, mette le ali al proprio entusiasmo e confeziona una rimonta fantastica. Tre a due, tre gol di un lussemburghese: Victor Nurenberg (foto).


1962
Si gioca per il primato

Davvero speciale, il derby della madonnina in programma alla settima di ritorno, campionato 1961-62. Le squadre sono appaiate in cima. Due battute di Brera sono sufficienti. "Puntualmente, la tradizione è stata rispettata. Ha prevalso la squadra che, ritenendosi in più critico momento dell'avversaria, ha preso tutte le misure tattiche per ovviare all'inconveniente". Protagonista negativo fu Dino Sani, che spappolò il naso di Bicicli (foto) facendosi espellere. Due a zero, bauscia in festa e in testa; ma una rondine non fa mai primavera.
1990
Rigori fiorentini

Il Milan è una muta di cani affamati lanciati all'inseguimento del Napoli. Ha svariate vittorie consecutive alle spalle, e una trasferta difficile in casa della Fiorentina (ma a Perugia). Va sotto di due. Sembra dare i primi segni di asfissia, ma quando entra Bubu (Alberigo Evani) il ritmo sale e la carica è impressionante. L'arbitro fischia due rigori per i rossoneri, a compensare quello concesso ai viola. Rimonta, polemiche e magagne varie completano una ordinaria giornata nera di campionato italiano.