5 marzo

1918
El Indio

Lo trovarono nel centro del campo del Nacional di Montevideo. Si era sparato un colpo, a soli venticinque anni aveva deciso di farla finita. Era la stella del Parque Central, ma il futuro per lui era accanto a Bolivar e Cespedes, altre leggende dei Bolsos, nel Cementerio de la Teja; era nella rosa della Celeste, con la quale aveva vinto la Copa América del 1917. "Era un típico hombre defensivo de estilo combativo; tenaz 'centre-half' de un período brillante del fútbol oriental". Si chiamava Abdón: Abdón Porte.


1972
Ricordatevi di François

Non era certo un predestinato, François M'Pelé, nonostante il nome. Nato a Brazzaville, ebbe una carriera dignitosa nel campionato maggiore di Francia, tra Ajaccio e Paris Saint-Germain, e poi Lens e Stade Rennais: oltre quattrocento partite, e circa duecento gol. Il più pesante, tuttavia, lo segnò a Yaoundé. Era la finale della Coppa d'Africa, e il Congo aveva scaraventato nell'inferno della delusione i padroni di casa. Restava da liquidare il Mali, e la questione fu complicata: tre a due, e M'Pelé fece il terzo gol, quello della sicurezza. Ricordatevi di François.
Profilo di M'Pelé | Tabellino di Congo-Mali | Video


  • Vedi anche le partite del 5 marzo in Cineteca